Share
twitterlinkedinfacebook
"... Forse è troppo azzardato, ma mi piace leggere queste fotografie di Saroldi come altrettanti autoritratti. Quei paesaggi corrispondono al suo gusto più puro, assomigliano all'armonia della sua anima in un momento ideale, quelle persone vivono nel modo che lui più ama: lontano dai doveri, lontano dal caos, vicino alla pace interiore, vicino a tutti i colori del mondo"
Daniela Guglielmino 1996